I politici prevedono misure per il futuro

Il governo della pianificazione e delle finanze sta prendendo in considerazione la risposta del governo, poiché le richieste di rinvio della tassazione delle attività virtuali sono aumentate intorno ai giovani investitori. Ciò è dovuto alla preoccupazione che la controversia sugli standard degli azionisti di maggioranza dell’anno scorso possa essere riprodotta.

Secondo il sito web del National Service di Cheong Wa Dae, circa 48.000 persone hanno partecipato alle petizioni che hanno intitolato “Aumenterà l’importo delle detrazioni delle tasse sulla moneta da codice e rimandare ulteriormente il periodo di applicazione della tassazione”.

Il governo sudcoreano cederà le attività virtuali o affitterà le entrate derivanti dal prossimo anno in altre entrate, con un’aliquota fiscale del 20% (distinta dall’imposta sul grasso). La detrazione di base è di 2,5 milioni di won. In confronto, le azioni iniziano a tassare dal 2023, con una tassa solo sul reddito che supera i 50 milioni di won della detrazione di base.

Gli investitori di valuta virtuale considerano le attività virtuali come attività di investimento simili a quelle azionarie, quindi accettano le tasse come “discriminazioni fiscali” per quanto riguarda l’applicazione diversa.

Anche i politici che sono consapevoli del voto dei giovani stanno prendendo provvedimenti. Il partito al governo, inoltre, ha affermato che il partito democratico, mentre si impegna a controllare la situazione a livello di commissione politica, sta esaminando l’installazione di commissioni specializzate separate, e che alcuni partiti al governo dovrebbero rivedere la moratoria fiscale sul reddito da investimenti virtuali.

Anche il potere del pubblico di opposizione ha deciso di lanciare una task force (TF) per studiare il sistema di attività virtuale.

Il ministero delle finanze prevede di tassare le attività virtuali come previsto. Il fondo di detrazione di base (2,5 milioni di won) è anche in equità con altre attività comuni oltre alle azioni, quindi non c’è alcun problema. Il ministro dell’Economia 비대면폰테크 Hong Nam-gi e del Tesoro hanno detto in una conferenza stampa che “non possiamo imporre tasse sull’equità fiscale per la parte del reddito nel commercio di beni virtuali”, aggiungendo che la tassazione delle attività virtuali è inevitabile e già diventata una legge perché è anche imposta sul commercio di beni artistici.

Tuttavia, alcuni membri del ministero hanno notato un’atmosfera imbarazzante, come la preoccupazione che potrebbe essere colpita dalla pressione politica, come durante le polemiche che circondano gli standard degli azionisti di maggioranza l’anno scorso. Il ministero ha spinto per ridurre il livello di azionisti di maggioranza che sono soggetti a tassazione sulle imposte sul reddito sul trasferimento di azioni da 1 miliardo a 300 milioni di won l’anno scorso, ma ha dovuto scegliere di mantenere il fenomeno facendo cadere l’opinione pubblica sul campo politico. Anche l’ammontare delle detrazioni del reddito da investimenti finanziari, comprese le azioni, è salito da 20 milioni di won a 50 milioni di won.

La Corea del Sud ha anche espresso opinioni negative sulla moneta digitale privata, la moneta digitale emessa in base a beni come valuta, beni o come controlla i prezzi da un algoritmo.

“Non è difficile vedere che i rischi come il rischio di protezione dei consumatori siano stati completamente risolti per quanto riguarda le coinvolte di etichettatura”, ha detto Lee. “Penso che dovremmo essere regolamentati, monitorati e supervisori”.

Nel frattempo, la Corea del Sud sta pianificando di fare un’operazione di empiria CBDC nella seconda metà di quest’anno. La Corea del Sud sperimenta le funzioni di servizio come rimesse, pagamenti di denaro e altri servizi, con operazioni di trattamento per ciclo di vita CBDC come produzione, emissione, distribuzione, rimborso e smaltimento attraverso un test simulato CBDC in ambiente virtuale.

In primo luogo, la Corea del Sud prevede di effettuare un test simulato sulla propria rete e di controllare il processo di distribuzione, il processo di lavoro, insieme ad altre istituzioni finanziarie, società di tecnologia dell’informazione (IT) e così via.

Ma non era in mente l’emissione effettiva.”Il test di simulazione non è solo uno studio relativo al CBDC, ma una premessa per l’emissione”, ha detto Lee. “Dobbiamo avere una revisione sufficiente per determinare se entrare”.

답글 남기기

이메일 주소를 발행하지 않을 것입니다. 필수 항목은 *(으)로 표시합니다